LA GORI MINIMIZZA SUI DISTACCHI DEI CONTATORI, FACILE FARE AFFARI SULLE SPALLE DEI CITTADINI

20151210050617

I gestori privati fanno prima affari con la nostra acqua e poi quando ci sono i cittadini deboli da tutelare contro i distacchi dell’acqua chiedono soldi ai Comuni. Così tutti sono capaci di fare gli imprenditori incassando i profitti e accollando le perdite sulle tasche dei cittadini. Il pubblico è buono solo per sborsare soldi da dare ai privati, ma non è buono (per le lobby) quando gestisce direttamente il servizio idrico.

La legge regionale del PD amplifica questo sistema mettendo fondi per le fasce deboli e garantendo a megagestori privati i profitti. La Gori La società minimizza sui distacchi dei contatori, bollandoli come “una misura estrema. La società prima di staccare l’acqua deve provvedere al montaggio dei riduttori di flusso visto che nel diritto internazionale si prevede che una quota minima di 20 litri di acqua al giorno vada garantita a tutti mentre l’OMS ritiene che si possa parlare di sofferenza per mancanza d’acqua se si dispone di un quantitativo inferiore ai 50 litri al giorno. Con lo SCUDO ANTI GORI il giovedì pomeriggio a San Giorgio Cremano e il lunedì sera a Torre del Greco continueremo a difendere i cittadini.