Home / scuola / BORSE DI STUDIO, NUOVA STAGIONE DI DIRITTI E DIGNITA’ CONTRO DISUGUAGLIANZE NORD-SUD

BORSE DI STUDIO, NUOVA STAGIONE DI DIRITTI E DIGNITA’ CONTRO DISUGUAGLIANZE NORD-SUD

SCUOLA M5S

Quando si gioca sulla pelle dei ragazzi perdiamo tutti.
La borsa di studio permette ad uno studente in difficoltà di permettersi i costi universitari e quando questo diritto viene negato è nostro dovere denunciare e fare il possibile per contrastare questo fenomeno.

Il nord e il sud sono squilibrati in tema di borse di studio: a registrare il picco di distanza tra idonei e borsisti è proprio la Calabria con il 67% di copertura, seguita dalla Sicilia all’81,3% e dalla Campania all’87%. Tutto questo dipende anche dai CRITERI NAZIONALI DI EROGAZIONE delle BORSE DI STUDIO.

Ho speso tutta la precedente legislatura ad occuparmi delle diseguaglianze ed ho elaborato una proposta di legge ad HOC => goo.gl/4AvonZ

QUI IL VIDEO CHE LA SPIEGA => goo.gl/NqW4Th

Noi vogliamo rispondere con SOLUZIONI che stabiliscano equilibrio, proprio come con la proposta della NO TAX AREA di cui sono stato relatore , che ha aiutato tantissimi giovani ad accedere agli studi.

I dati sul SOLE 24 ORE di oggi parlano chiaro: c’è stato un aumento di iscritti del 2,4% in più: 290.131 gli studenti che si sono iscritti nell’anno accademico 2017/2018. 7.000 ingressi in più per gli immatricolati freschi di diploma di cui 2.000 di età non superiore ai 19 anni (+1,2% in più rispetto all’anno prima), in particolare nel Nord-Est che è passato da 55.499 a 59.294 (+6,8%). A seguire il Mezzogiorno (+3,5%), il Nord Ovest (+ 2,6%) e le Isole (+0,3%). La stessa crescita ha interessato il numero delle nuove carriere (490.mila). Le donne si confermano maggioranza tra gli iscritti (55% contro il 45% degli uomini).
Gli ambiti più gettonati tra le matricole sono quello scientifico (35,6%) e sociale (34,2%). Interessante picco di iscrizioni per le lauree in lingua inglese: nel 2016/17 le hanno scelte oltre 16.000 allievi tra magistrali (12.852), triennali (2.749) e ciclo unico (698).

Non dobbiamo dimenticare che queste azioni saranno la base per costruire un’Italia basata sui diritti, welfare e cultura, il vero motore dello sviluppo umano è l’istruzione. È solo da qui che produrremo il vero Cambiamento, il vero esempio nel Mondo, il presente che resta nella Storia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Scroll To Top