Home / Campania / CITTA’ METROPOLITANA DI NAPOLI, M5S: ISTITUIRE ZONE OMOGENEE O SI BLOCCA ELEZIONE DIRETTA SINDACO E CONSIGLIERI

CITTA’ METROPOLITANA DI NAPOLI, M5S: ISTITUIRE ZONE OMOGENEE O SI BLOCCA ELEZIONE DIRETTA SINDACO E CONSIGLIERI

CITTA’ METROPOLITANA DI NAPOLI, M5S: ISTITUIRE ZONE OMOGENEE O SI BLOCCA ELEZIONE DIRETTA SINDACO E CONSIGLIERI

INTERROGAZIONE A MINNITI: GRAVI RITARDI, APPROVARE SUBITO PIANO STRATEGICO PREVISTO DA LEGGE

 m5

“Nella Città Metropolitana di Napoli non sono ancora state costituite le zone omogenee, presupposto necessario per procedere all’elezione diretta del sindaco e dei consiglieri metropolitani. E’ un ritardo gravissimo che rischia di mandare definitivamente in stallo il sistema politico-istituzionale della Città Metropolitana, già gravemente paralizzato”.

Lo denunciano il deputato del Movimento 5 Stelle, Luigi Gallo, e il consigliere metropolitano di Napoli, Danilo Roberto Cascone, presentando l’interrogazione depositata da Gallo alla Camera per chiedere al ministro dell’Interno Marco Minniti di “intraprendere iniziative per superare le violazioni alla legge Delrio” perpetrare dalla Città Metropolitana di Napoli.

“L’elezione diretta del sindaco metropolitano – spiegano i portavoce M5S – è un miraggio lontano e de Magistris continua a governare la Città Metropolitana come fosse una costola del Comune di Napoli. Perché non è stato emanato ancora un Piano strategico, così come previsto dallo Statuto metropolitano? Perché la Città Metropolitana di Napoli è l’unica in Italia a violare la legge Delrio? Sono domande che il Movimento Cinque Stelle ha già posto invano a de Magistris e che quindi rigiriamo al governo nazionale”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code