Home / Camorra / “CANORRA”: PER DIRE NO ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA, PER SOSTENERE LE SUE VITTIME

“CANORRA”: PER DIRE NO ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA, PER SOSTENERE LE SUE VITTIME

no

Sono 27 i comuni della provincia di Napoli ”sorvegliati speciali” dal PREFETTO e dove molti amministratori sono in contatto diretto o indiretto con la criminalita’ organizzata:

Afragola, Brusciano, Caivano, Casalnuovo, Casavatore, Casoria, Castellammare Di Stabia, Castello di Cisterna, Crispano, Giugliano, Grumo Nevano, Ischia, Marano, Melito, Mugnano, Nola, Pomigliano, Quarto, San Gennaro Vesuviano, Sant’Antimo, Santa Maria La Carità, Terzigno, Torre Annunziata, Torre del Greco, Tufino e Villaricca

“Serve un raccordo strettissimo con le universita’, le scuole e le agenzie culturali per rafforzare l’argine contro la camorra ma piu’ che altro per ricominciare a studiare in profondita’ un fenomeno che continua a cambiare. Ho proposto in Commissione Anticamorra di non limitarci quindi solo alle audizioni, ma di coinvolgere il mondo dell’istruzione con percorsi di studio specifici per il rilancio dell’idea che ispiro’ l’Osservatorio sulla camorra fondato da Amato Lamberti”.

E’ con queste parole di Vincenzo Viglione segretario della commissione Antimafia in Campania che invio tutti i cittadini e in particolare il mondo della scuola a partecipare ad un incontro sulla criminalità organizzata.

CAN

Il convegno caNOrra sulla criminalità organizzata si terrà a Torre del Greco domenica 3 Aprile alle ore 17, nella sala convegni denominata ex palestra G.i.l.
L’intento dell’evento è quello di parlare di criminalità organizzata da 2 punti di vista differenti: nel primo vorremo affrontare il fattore storico e sociologico e, per questo, abbiamo invitato il noto giornalista e scrittore Gigi Di Fiore a relazionare; nel secondo vorremmo affrontare il lavoro svolto dalla commissione Antimafia, facendo intervenire i Parlamentari Luigi Gallo e Riccardo Nuti del Movimento 5 Stelle.
Lo scopo dell’evento è quello di parlare ai giovani, per cercare di far comprendere il fenomeno malavitoso in tutte le sue forme. Dopo le relazioni, un dibattito con il pubblico.

L’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/592488804249073/

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code