Home / Beppe Grillo / La moglie di Renzi: “Non accetterei una cattedra lontano da casa, ho figli”

La moglie di Renzi: “Non accetterei una cattedra lontano da casa, ho figli”

esclu

#‎BagnoDiRealtà‬ “Ogni volta è un umiliazione, sembra che si venga a chiedere l’elemosina, invece siamo dei professionisti” “Non accetterei una cattedra lontano da casa, ho i figli”

Non sono parole dei soliti gufi, contestatori, dei soliti cittadini del Sud che fanno piagnistei, sono le parole di Agnese la moglie di Renzi che ha ricevuto una supplenza annuale come docente dal primo giorno di scuola. Siamo felici per lei e per gli studenti della scuola dove insegna, ma non posso che scandalizzarmi per l’ennesima bugia del Ministro dell’Istruzione Giannini che ha dichiarato: “Quest’anno le supplenze le abbiamo assegnate tutte ieri, 8 settembre, grazie alla Riforma” Che ne dite di garantire un #BagnoDiRealtà al Ministro con le vostre testimonianze? Scrivete qui e su dirittoistruzioneM5S@gmail.com

La realtà è questa:
– Restano le supplenze ancora per molti anni
– 9000 stabilizzazioni sono sfumate
– I genitori pagheranno ancora la carta igienica
– 530 euro a studente per i libri scolastici
– Scuole ad orario ridotto
– Scuole con numero di lavoratori ridotti
– Docenti che cambiano mese per mese
– 2000 scuole senza dirigente scolastico
– le scuole stabilizzeranno 55mila docenti che non rispondono al fabbisogno della scuola e tra questi anche la moglie di Renzi

Bisognava ripristinare le ore e le discipline tagliate dalla Gelmini, abolire le classi pollaio, e garantire tempo pieno e coerenza in tutta la Nazione, non questo pasticcio che crea 150mila esodati della scuola formati e sfruttati dallo stato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

Scroll To Top