Home / alternativa / Il ministero dice sì alla convocazione di un tavolo sulla vertenza dei marittimi

Il ministero dice sì alla convocazione di un tavolo sulla vertenza dei marittimi

fotogrande2

“Da 10 anni a questa parte il legislatore italiano non è più in linea con la convenzione e la disciplina internazionale che regola il lavoro dei marittimi. La nostra figura professionale però è immersa nel contesto internazionale e il risultato è che siamo proiettati ai margini del mercato del lavoro. Oggi il marittimo non ha le stesse opportunità dei suoi colleghi europei e stranieri, ad esempio chi ha le carte in regola per poter lavorare deve fare dei percorsi tre volte più lunghi e difficili rispetto agli altri”.

Lo sosteneva un marittimo di Viareggio, durante il convegno “Gente di Mare” che ho intenzione di riproporre in Parlamento.

“Il mio impegno è prima di tutto riportare le istanze a Montecitorio, organizzando un convegno ed invitando tutte le forze politiche a confrontarsi perché noi dobbiamo portare questo tema nell’agenda politica nazionale”.

Il primo passo l’ho fatto assieme ai marittimi quando ho scritto al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per chiedere la convocazione di un tavolo di concertazione sul lavoro marittimo per ottenere misure concrete per aumentare le assunzioni di personale italiano a bordo di navi italiane.

Ho ricevuto la risposta dal Ministero dei Trasporti per organizzare un incontro dopo il 5 giugno. Il Movimento Cinque Stelle continuerà a fare pressione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code