Home / Affari Costituzionali / Uno sciopero ad oltranza ed occupazione delle piazze fino al ritiro del Disegno di Legge sulla Scuola

Uno sciopero ad oltranza ed occupazione delle piazze fino al ritiro del Disegno di Legge sulla Scuola

IMG_5382

Immaginate sul vostro posto di lavoro che ogni giorno il superiore decida di violare una regola che valeva fino al giorno prima. Il primo giorno vi riduce la vostra pausa pranzo da un ora a mezz’ora, poi ve la toglie, poi inizia a vietarti di andare in bagno più di 3 volte in un giorno, poi una sola volta.

Questo è quello che viviamo tutti i giorni in questo Parlamento dove la democrazia esiste solo per stampa e tv. Ora l’ultima riforma autoritaria arriva nella scuola dove le regole del capitalismo e del mercato detteranno legge. Un disegno legge governativo su cui 90 organizzazioni sociali del settore si sono potute esprimere in soli 5 giorni in una maratona senza fiato. 4 giorni di discussioni per i parlamentari ed entro lunedì tutte le proposte delle opposizioni devono essere già scritte.Poi arriva l’atto eversivo.

Alle ore 20 la vicepresidente PD della commissione cultura della Camera (il presidente Galan è agli arresti domiciliari) ci avvisa che introducono una nuova regola che spazzerà via tutte le proposte che chiedono anche un euro di risorse. Una cosa che tutti i dipendenti della camera raccontano come mai accaduta. Se questa scelta venisse confermata c’è solo una cosa da fare. Uno sciopero ad oltranza ed occupazione delle piazze fino al ritiro del Disegno di Legge sulla scuola.

Sulla Costituzione si è votato di notte. E’ una forzatura che continua ogni giorno e che il governo fa verso sindacati, lavoratori e oppositori politici. Si attenta alla democrazia. E Renzi non sta per niente scherzando….

1 Commento

  1. luca equitani : luke

    Ciao Ragazzi , sono luca equitani, Vostro free lance scripter White House Engage . Spero e come sempre avete fatto che il proposito di Gigi possa trovar soluzione serena e d esplicativa: del resto il Professore e’ Lui e Noi i Suoi Grillini a 5 Stelle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code