Home / parlamento / Il governo si metta al passo con il lavoro dei parlamentari

Il governo si metta al passo con il lavoro dei parlamentari

GOVERNO
Dall’inizio della XVII Legislatura al 22 luglio 2013 sono state presentate dai parlamentari di ogni schieramento:

78 Interpellanze;
74 Interpellanze Urgenti;
138 Interrogazioni a risposta orale;
1353 Interrogazioni a risposta scritta;
567 Interrogazioni a risposta in Commissione;

Di queste, quelle concluse sono solamente:

12 Interpellanze;
72 Interpellanze Urgenti;
22 Interrogazioni a risposta orale;
79 Interrogazioni a risposta scritta;
126 Interrogazioni a risposta in Commissione;

Alla luce dei dati pubblicati sul sito della Camera dei Deputati, il Governo ha risposto solo al 14% di tutti gli atti di sindacato ispettivo promossi dai Deputati.

Ora, siccome Letta e il Consiglio dei Ministri non andranno in vacanza e siccome noi produrremo nelle prossime settimane zero atti ispettivi, il Governo avrà il tempo di potersi mettere al passo e, finalmente, vorremo ritornare qui con il 100 per cento degli atti ispettivi con delle risposte.

[youtube=https://www.youtube.com/watch?v=AZEmJTEsgzU&feature=youtube_gdata]

0 Commenti

  1. Claudio Laviano

    Non faranno nulla, sono troppo impegnati a difendere la casta e salvare il vero capo del governo

  2. devono andare tutti a casa!

  3. annoonna@libero.it

    Luigi vorrei sentire un tuo parere su una legge che chiamerei”sulla responsabilità istituzionale degli onorevoli e senatori” articolo unico. I componenti onorevoli della Camera dei Deputati e i Senatori del Senato della Repubblicadecadono immediatamente ed automaticamente dalla loro carica qualora le assenze nelle sedute delle rispettivecamere e/o commissioni parlamentari siano superiori a cinque consecutive e/o superiori al 20 % di quelle tenutesi fino a quel momento.Sono fatte salve le assenze per malattia certificata da una struttura pubblica o impegni istituzionali certificati dal Presidente della Camera di appartenenza.I Presidenti delle camere adotteranno entro tre giorni gli atti conseguenziali.Ogni assenza comporta la decurtazione degli emolumenti tutti, sotto qualsiasi forma, in ragione percentuale delle sedute tenutesi in ogni mese di riferimento.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code