Home / alternativa / Il NonVoto e il MoVimento

Il NonVoto e il MoVimento

Non votare è leggittimo e comprensibile.

Oggi la democrazia rappresentativa mostra tutti i suoi limiti. Essa insieme al modello di sviluppo (inviluppo) che è stato sposato da tutti gli stati influenti e meno influenti ha prodotto la crisi sociale, economica, ambientale ed umana che vediamo intorno a noi e mira a peggiorare.

Chi ha una certa sensibilità, ideali e coscienza individua nel non-voto un modo coerente per uscire da questa crisi, dal sistema e dirigersi verso l’autogoverno, la democrazia diretta.

Il superamento della democrazia rappresentativa è anche il mio intento ed in questo momento ritengo più efficace realizzare questo obbiettivo con il MoVimento Cinque Stelle.

Attraverso la trasparenza e la partecipazione vogliamo eliminare gli INTERMEDIARI della democrazia.

Con la trasparenza tutto deve essere facilmente consultabile e commentabile da tutti: nomine, applati, gestione dei fondi, leggi, scelte politiche.

Con i comitati civici di controllo, forum civici di consultazione e referendum senza quorum vogliamo trasformare un’amministratore politico in un esecutore della volontà dei cittadini attivi che devono poter discutere leggi, emendare e fare proposte.

La partecipazione e la trasparenza sono gli strumenti per sgretolare la concentrazione di potere per riditribuirlo a tutti i cittadini. E’ la vera chance che abbiamo ed oggi attraverso la rete ci sono le condizioni per attuare tutto questo.

Ritengo che i partiti hanno molto più paura di vedersi sottrarre un 10% di consensi (un 10% di potere in più per i cittadini) che piuttosto veder ridotto il numero degli elettori che si recano alle urne del 10%.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code