Home / Campania / L’esercito del non-lavoro

L’esercito del non-lavoro

Conosco tantissime persone umiliate dal lavoro, ma anche dalla disoccupazione.

Alcune diventano disadattate per questi motivi, perché la realtà non tiene conto della loro sensibilità e dei loro desideri. Altre riescono a mettere su una maschera per spuntarla.

Giovani con competenze enormi, onesti, con valori che non vorrebbero inghiottire e digerire. Il prezzo da pagare è l’esclusione da una società che va a Carbone.

Dobbiamo trasformarla in una società ad energie rinnovabili; una società che investe sulla vita.

Raccontiamo il lavoro in questa regione, gli imbrogli, i trucchi. Testimoniamo affinché il futuro sia diverso. Che Veronica sia solo la prima testimone dell’esercito degli inoccupati e lavoratori supersfruttati.

Il messaggio di Veronica del meetup di Torre del Greco

Come mai chi cerca lavoro passa attraverso il pagamento di raccomandate da 5 euro per inviare c.v. ? Ma un disoccupato quanti 5 euro potrà avere a disponibili? I giornali con offerte di lavoro li paga il disoccupato, i giornali con i concosi li paga il disoccupato e se pure si vuole andare da un ente che li mette a disposizione, tutti i giorni dovrà andarci e arrivarci probabilmente con un mezzo a sue spese. Questa è una politica che aiuta il disoccupato? Ma non viviamo in una Repubblica fondata sul lavoro?

NEWS
Il candidato presidente alla regione Campania, Roberto Fico parteciperà ad “Anno Zero” – Rai 2 ore 21.05 nel corso della puntata del 21/01/2010.
Interverrà dal loggione, nel corso della rubrica di Giulia Innocenzi “Generazione Zero”.

0 Commenti

  1. Il non lavoro, il dramma delle porte in faccia, le nuove forme di povertà subdolamente infuse da potenti lobby di potere mediatico camuffato da bonismo…ci addolorano e intristiscono, ma non ci piegano
    Ricordo che da venticinquenne quando lasciai gli studi per ragioni di famiglia e iniziai la mia affannata ricerca di un lavoro, piangevo in silenzio in treno da solo dopo aver ascoltato i discorsi di pendolari stanchi e senza meta interiore che borbottavano contro un datore di lavoro a tempo inderminato a loro modo ingiusto, per particolari …ma per me erano dolorose ferite nel cuore…alla mia povertà..
    Oggi con tanti anni in piu’ vorrei non fare le solite sterili polemiche al sistema, ma dentro il sistema costruire condivisi percorsi di sviluppo sostenibile e di prossimità.
    piccole cose le abbiamo già fatte…
    Lo scoraggiamento è una delle armi più terribili del male…l’adattarsi il conformarsi al momndo presente è un cedere al male …
    coraggio
    Vi Voglio bene
    Guglielmo Di Luca
    http://www.torrecentrostudieprogetticaritas.org/
    http://www.focolare.org/page.php?codcat2=833&codcat1=129&lingua=IT&titolo=cultura%20dell’unità&tipo=economia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code